TRADIZIONE SCIENTIFICA

Le teorie sono vive. Vive nel senso che evolvono, sensibili come sono allo scorrere del tempo, al mutare delle condizioni socio-culturali e al completarsi della propria logica interna.
La psicoanalisi è la teoria costruita da Freud a spiegazione del funzionamento psichico e a guida dell’intervento di cura. Nei suoi oltre cento anni di storia la psicoanalisi è cambiata. Al modello pulsionale freudiano se ne sono aggiunti altri, come il modello del deficit evolutivo e il modello del conflitto relazionale.

Nel corso della sua opera Freud è stato fondamentalmente coerente con le sue scelte epistemiche.
Molti degli “eredi” della tradizione freudiana hanno cercato di mettere assieme il vecchio e il nuovo, ma questa scelta pone almeno due ordini di problema:

  • considerare l’opera freudiana come suscettibile di interpretazione; una linea che rischia spesso di far dire a Freud cose che egli non avrebbe mai voluto affermare;
  • ritenere che i modelli possano essere sempre raccordati tra loro.

Preferiamo seguire la strada che riconosce a Freud quel che è di Freud e riconiugare i suoi concetti chiave con presupposti epistemici fondamentalmente diversi da quelli propri del positivismo di fine ottocento. Non vogliamo attribuire a Freud ciò che non gli appartiene, ferma restando la nostra gratitudine per quanto ha dato alla fondazione della nostra disciplina e alla cultura del novecento.
La Società Italiana di Psicoanalisi della Relazione si colloca nella tradizione scientifica della psicoanalisi, seguendo, in modo specifico, il modello “Psicoanalisi della Relazione”.

CENTRI SIPRE

Scrivici per avere informazioni:

A norma e per gli effetti del D./Lgs. 196/2003, autorizzo il trattamento dei dati personali e/o sensibili che a seguito della presente sottoscrizione Vi dovessero essere necessari ai fini dell’espletamento del mandato ricevuto. Per maggiori informazioni www.garanteprivacy.it